Comunicare…

Comunicare…

Comunicare è sempre un problema.Comunicare non è una questione di linguaggio, di abilità linguistica, ma di cuore, di presenza, e di sensibilità.Le parole ingannano…Uno dice una cosa, e chi ascolta capisce sempre il contrario.La comunicazione è una questione di cuore, non di linguaggio.E’ una questione di Essere.Accade quando ci si guarda negli occhi…Accade quando ci si tiene per mano e si rimane in silenzio, senza la barriera della mente.Per comunicare serve prima Essere.Le parole sono secondarie, spesso inutili…La comunicazione comincia con un atto di Presenza a se stessi.Se non sono Presente a me stesso, in che modo potrei essere presente...

Read More
Perché lavorare su se stessi…

Perché lavorare su se stessi…

La domanda che spesso sorge nelle persone che si accostano al lavoro interiore e alla ricerca della verità è la seguente: “A che cose mi serve… il lavorare su me stesso?”. Domanda più che legittima direi. Il punto è: sappiamo dare una risposta sensata a queste persone? Decidere di lavorare su se stessi (seriamente) nasce solo dopo un lungo periodo di studio, di osservazione cosciente – secondo delle linee guida che vengono fornite assieme all’insegnamento – e di comprensione, che possiamo chiamare – fase propedeutica – che serve solo a gettare le basi e delle fondamenta solide nelle persone potenzialmente interessate,...

Read More
Riflessione pratica sull’idea del risveglio a se stessi…

Riflessione pratica sull’idea del risveglio a se stessi…

Se conosciamo il significato della parola “inconscio” o “automatismo” allora non è molto difficile comprendere che noi non siamo coscienti più del 10% dei nostri meccanismi interiori, sul come funzioniamo dentro e di tutto ciò che accade al nostro interno, e quindi: non possiamo dire di conoscerci come crediamo; e questo significa che noi mentiamo su moltissime cose senza sapere di mentire, convinti invece di sapere molte cose su noi e sugli altri senza esserci mai guardati dentro. Senza contare tutti meccanismi che difendono questo stato di incoscienza-sonno: la rimozione, la razionalizzazione, la giustificazione, la negazione, la proiezione, l’introiezione, la dissociazione,...

Read More
Ognuno attira le persone in base al livello della propria Essenza…

Ognuno attira le persone in base al livello della propria Essenza…

La gente non fa che lamentarsi delle proprie relazioni, ma il problema non è la relazione, perché la relazione non fa che metterti davanti ad uno specchio, fa da cassa di risonanza per tutto ciò che non vedi di te stesso, ma che vedi bene nell’altro.Basta un po’ più di consapevolezza per vedere se stessi, e se stessi in relazione agli altri, e tutti i giochi di specchi e di contro specchi.Nessuno viene attratto in una relazione a caso se non c’è una qualche forma di assonanza, positiva o negativa che sia, e un qualcosa che dobbiamo cogliere di noi...

Read More
Pensare con ordine e chiarezza…

Pensare con ordine e chiarezza…

La vita insegna, vero, ma noi siamo capaci di imparare e di ricavarci qualcosa?Il punto qui non è quello di mettere in discussione se la vita insegna o meno, ma piuttosto se noi siamo capaci di imparare dalla vita.E se noi continuiamo a fare sempre gli stessi errori, errori nel senso che poi ci lamentiamo di ogni cosa, persona e situazione che ci crea sofferenza, e se poi continuiamo a fare sempre le stesse cosa in automatico, forse questo significa che non siamo ancora capaci di imparare.La vera domanda e punto focale è il seguente: “Quanto sono aperto, presente e consapevole,...

Read More
Il viaggio verso la completezza…

Il viaggio verso la completezza…

Ciò che contraddistingue (potenzialmente) l’essere umano da tutti gli altri regni della natura, è la possibilità di percepire: “IO SONO” – il suo senso di ESSERE e di ESISTERE, sia come INDIVIDUALITÀ, sia in quanto ad ESSERE connesso a tutto il CREATO. Osserva…Quando dici “Io” ti metti la mano sul petto (cuore – centro emozionale) per indicare te stesso, non è forse vero?E non è altrettanto vero che non indichi mai la tua testa quando dici “Io”? Da dove proviene quella sensazione dell’IO SONO nel petto, se non da Dio-ESISTENZA, “Io” come frammento cosciente di D-io. Il viaggio spirituale…Risveglio è...

Read More
Riflessioni nella Via…

Riflessioni nella Via…

Condivisione di pratica personale… Nel periodo iniziale della mia formazione interiore, per stimolare l’uso corretto del centro intellettuale e della percezione sottile, ci veniva chiesto di porre domande “senza trucchi”, perché l’obbiettivo era quello di creare una condizione reale di sviluppo della capacità di apprendimento, di riflessione e di intuizione, quindi, porre domande, si, ma rispettando le seguenti condizioni:Che le domande avessere realmente senso per noi, che fossero importanti o esistenziali.Che non fossero domande frivole.Che non fossero domande fatte per semplice curiosità intellettuale.Con non fossero domande per cercare conferma di ciò che già credevamo di sapere.Che non fossero delle domande...

Read More
Nutrimento…

Nutrimento…

Ognuno è libero di nutrirsi di ciò che crede che gli faccia bene; uno può nutrirsi di amore oppure di odio. Libera scelta. Ciò di cui andiamo in cerca però, come nutrimento sui vari piani, dal materiale allo spirituale, dipende dal proprio livello di Essere. Qui non si tratta di giusto o di sbagliato.Al maiale interessa solo gli scarti gettati nel fango, non può essere altrimenti per dove si trova il maiale. Lo stesso per l’essere umano…Non può essere altrimenti.Ognuno si sentirà attratto da un certo tipo di nutrimento fisico, energetico, psicologico ed emozionale, in base al suo livello di coscienza. Non può essere...

Read More
Essere nella Via…

Essere nella Via…

Una Via richiede una trasmissione di METODO e di CONOSCENZA per potersi applicare al singolo individuo secondo le sue specifiche in relazione ai suoi bisogni evolutivi e livello di ESSERE. L’esatto contrario del condividere delle opinioni prese un po’ di qua e un po’ di la.I social non sono delle piattaforme possibili per trasmettere il METODO e la CONOSCENZA di una Via, per mille motivi…Ma, principalmente, perché una Via è una SCIENZA INTERIORE, e non una semplice raccolta di opinioni. Non si comprende una Via scambiandosi opinioni.Perché è una SCIENZA. I praticanti, avendo ricevuto conoscenza e metodo, essi affrontano con onestà...

Read More
Materiale di riflessione per i ricercatori…

Materiale di riflessione per i ricercatori…

Se uno non cambia mai e continua ad essere sempre uguale, questo è perché egli non osserva mai se stesso, o se lo fa, lo fa solo quando qualcosa di esterno lo colpisce particolarmente, ma smette di osservarsi una frazione di secondo dopo che egli ha provato dolore, altrimenti scoprirebbe che la causa radice del suo soffrire sta in se stesso. E in questo modo, non potrebbe più incolpare gli altri. Per dare la colpa agli altri, bisogna che uno eviti il più possibile di osservarsi dentro in relazione al fuori.Deve evitare di vedere quante mine esplosive si porta appresso,...

Read More