Ognuno attira le persone in base al livello della propria Essenza…

Ognuno attira le persone in base al livello della propria Essenza…

La gente non fa che lamentarsi delle proprie relazioni, ma il problema non è la relazione, perché la relazione non fa che metterti davanti ad uno specchio, fa da cassa di risonanza per tutto ciò che non vedi di te stesso, ma che vedi bene nell’altro.
Basta un po’ più di consapevolezza per vedere se stessi, e se stessi in relazione agli altri, e tutti i giochi di specchi e di contro specchi.
Nessuno viene attratto in una relazione a caso se non c’è una qualche forma di assonanza, positiva o negativa che sia, e un qualcosa che dobbiamo cogliere di noi stessi, positivo o negativo che sia. 
Conosci te stesso, e allora capirai. 
Ma la gente si ostina a voler cambiare gli altri piuttosto che a voler conoscere se stessa. 
Comincia con l’osservare in te stesso, tutto ciò che ti colpisce e che noti negli altri, sopratutto il negativo.
Non fa comodo vedere e poi constatare che non c’è nessuna differenza fra abusatore ed abusato, anche chi permette agli altri di abusarlo/abusarla è complice, è un abusatore passivo, mentre l’altro semplicemente gioca un ruolo attivo, per questo che alle volte è possibile che i ruoli si invertano; ovviamente qui non ci stiamo riferendo ai bambini o ai minori.
Ognuno attira persone e situazioni in base al proprio livello di essere.
Ognuno attira persone e situazioni in base al proprio materiale represso.
Ognuno attira persone e situazioni in base alle lezioni che deve ancora imparare.
Ognuno attira persone e situazioni in base al materiale psicologico ed emotivo rimasto irrisolto dall’infanzia in poi.
Ognuno attira persone e situazioni in base al proprio karma e Dharma.
Ognuno attira persone e situazioni in base ai suoi blocchi energetici e nodi irrisolti.
Ognuno attira persone e situazioni in base alle sue paure inconsce.
Ognuno attira persone e situazioni in base a tutto ciò che si rifiuta di vedere, di sentire, di vivere, e di capire.

“Non ti puoi lamentare del peli nel letto se ti sei messa assieme ad un’orango”.

Roberto Potocniak

Leave a Reply

Your email address will not be published.