Non imitare gli altri, sii te stesso…

Non imitare gli altri, sii te stesso…

Ognuno man mano che procede nel suo processo di risveglio e di svelamento, si avvicina sempre più alla scoperta della sua unicità, il suo Essere che è unico, individuale, diverso da tutti quanti gli altri…e troverà quindi il suo modo unico di vivere la sua vita.

E troppe persone, per seguire la via di minor attrito ed uniformarsi al pensiero e sentimento comune, ed anche per paura di perdere la considerazione altrui, diventano sempre più inconsapevoli ed imitativi, e vivono senza un’individualità, senza un Anima…si sentono sicure solo quando stanno col gregge, ad uniformarsi, ad omologarsi, quando ogni singola Coscienza Umana è unica ed irripetibile.

Ora, su questo punto si fa ancora molta confusione, il bisogno di imitare…

I Maestri ci hanno lasciato moltissime indicazioni sul come raggiungere uno stato risvegliato, uno stato libero dalla sofferenza e dall’ignoranza, ma hanno anche sottolineato il fatto di non cercare di imitarli…di non scimmiottarli, per capirci, perché ognuno dovrà mettere in pratica “coscientemente” e non “meccanicamente” i metodi e gli insegnamenti ricevuti, e questo seguendo la sua individualità, la sua unicità, costituzione, inclinazione, potenzialità e livello d’Essere.

Non basta sedersi come un Buddha ad occhi semichiusi per trasformarsi in un Buddha; non basta parlare di amore e di libertà e girare vestiti di arancione per diventare un Osho, per realizzare il suo stesso stato di Consapevolezza; non basta esprimersi in maniera rude, trattare male gli altri e discutere di sonno, di coscienza, di risveglio e fare quattro balletti per raggiungere il livello di un Gurdjieff; e questo, con tutto il rispetto per il lavoro dei dei Maestri.

Se puoi realizzare qualcosa, bene, tu riuscirai a realizzarlo solamente essendo te stesso, piantando e coltivando i semi che hai in tasca, i tuoi semi, non quelli di qualcun altro.

Impara la teoria e la pratica dai maestri e dagli insegnanti, ma non imitare mai nessuno. L’esistenza non ha mai creato due esseri uguali.

Roberto Potocniak

Leave a Reply

Your email address will not be published.