Informazione, conoscenza ed esperienza nella Via…

Informazione, conoscenza ed esperienza nella Via…

Se tu poni una domanda, ti si potrà anche rispondere, ma quella risposta non ti sarà utile, anzi, esiste il rischio che ti possa imprigionare maggiormente nell’intelletto e che tu non possa mai farne esperienza diretta; se prendi ad esempio il dizionario e se leggi sotto la voce “consapevolezza” il suo significato letterale, questo non ti renderà di certo un essere umano più consapevole rispetto a prima, a quando non conoscevi il significato della parola – consapevolezza.

Dobbiamo chiederci se siamo alla ricerca di “informazione” o di “trasformazione”.

Raccogliere informazioni va bene per un po’ di tempo, ma se ci si ferma lì, si rimane infantili, bloccati, e non accade nessun tipo di crescita, nessun tipo di trasformazione.

Non devi chiedere della semplice conoscenza, devi chiedere strumenti, mezzi e metodi, così che tu “sappia” per davvero, esperienzialmente; la vera conoscenza si aquisice tramite il proprio CORPO-COSCIENZA, e non tramite l’utilizzo dell’apparato formatore – la parte meccanica e mnemonica del centro intellettuale.

Il vero SAPERE presuppone il voler fare un’esperienza personale; un passaggio evolutivo dal sapere alla conoscenza; dalla memoria all’intelligenza dei centri unificati che operano come un tutt’uno.

La Conoscenza, quella con la “C” maiuscola, ci porta alla conoscenza di noi stessi, di chi siamo, o meglio, di cosa siamo: la prima iniziazione nella Scuola.

Le seconda iniziazione accade quando siamo pronti ad abbandonare chi o che cosa siamo per poter accedere ad una VERITÀ SUPERIORE: “Se non lasciamo cadere questa ossessione nei confronti di noi stessi, non arriveremo mai a conoscerci per ciò che siamo davvero, e questo presuppone l’arrendere noi stessi in quanto ad ego-personalità separati da tutto quanto il resto della vita.”.

E nel momento in cui arrendi te stesso, e ti dimentichi di te stesso, trovi te stesso, un passaggio importante: dal sapere alla Conoscenza.

LE TRE FASI DI CRESCITA DELL’UOMO 
1. Essere interessato al mondo, alle cose, alle persone.
2. Essere interessati a conoscere se stessi dentro, il proprio mondo interiore.
3. Perdere se stessi per arrivare a conoscere se stessi, oltre il proprio mondo interiore personale; dal personale all’impersonale.

La “prima iniziazione” conduce lo studente della Scuola dal mondo esteriore a se stesso, al proprio Se’.
La “seconda iniziazione” gli sottrae l’ego-personalità, e gli insegna ad essere consapevolezza e ad amare incondizionatamente.
(Un passagio che ci porta ad una profonda trasformazione e realizzazione, dall’essere consapevoli ed amorevoli, all’essere Consapevolezza ed Amore Cosciente).

E qui lo studente diventa per la prima volta MAESTRO DI SE STESSO ed una guida per gli altri che stanno ancora cercando.

Roberto Potocniak

Leave a Reply

Your email address will not be published.