Equazioni interiori

Equazioni interiori


La paura è l’ombra dell’amore, e come ombra non possiede nessuna qualità.

La paura non è che assenza di amore in uno stesso.

Più grande la paura, e meno è presente l’amore.
Più grande l’amore, e meno sarà presente la paura. 

L’amore incondizionato, che corrisponde alla natura intrinseca della nostra Anima, è totale assenza di paura.

Verita è l’esperienza della vita vissuta come atto d’amore.

Ogni reazione automatica, psicofisica ed emotiva, è basata sulla paura, sull’assenza d’amore.

Ogni nostra piccola tensione fisica, mentale ed emozionale, racconta la nostra paura, l’assenza d’amore.

Per non vedere la verità su noi stessi, l’assenza d’amore, abbiamo imparato a giudicare e a proiettare le nostre ombre sugli altri e a giustificare sempre noi stessi, razionalizzando, negando, mentendo, manipolando e confondendo la realtà ed i fatti per gettare fumo negli occhi nostri e in quelli altrui.

Più siamo tesi, più abbiamo paura, e più abbiamo paura, meno siamo connessi all’amore.

Ogni emozione negativa nasce dall’assenza d’amore in uno stesso, dall’essere sconnessi dallo stato di Presenza, Presenza che altro non è che la propria Essenza-Anima come Forza Attiva.

Più siamo tesi, meno siamo attenti e presenti a noi stessi.
Più siamo tesi, più viviamo alla periferia, nell’ego-personalità.
Più siamo tesi, più siamo lontani dalla nostra Essenza-Anima.

Più siamo tesi, meno vediamo, meno sentiamo, meno percepiamo, meno comprendiamo, più proiettiamo sulla realtà i nostri contenuti subconsci.

Più siamo tesi, più esageriamo nell’uso della mente, delle emozioni, della parola, delle azioni.

Troppa tensione porta al blocco della mente, delle emozioni, della parola, delle azioni.

Ogni eccesso o difetto del lavoro dei centri, delle energie e delle funzioni, è segno di un problema.

Rilassamento, apertura nel qui e ora, presenza ed osservazione cosciente in uno stato di non identificazione e di non giudizio, porta lentamente la nostra “macchina biologica” in una condizione in cui le nostre energie sono libere di scorrere al nostro interno e nella maniera giusta, e questa è la condizione base che permette l’apertura ai Centri Superiori: Consapevolezza, Amore cosciente, Volontà cosciente. 

Roberto Potocniak

Leave a Reply

Your email address will not be published.